« Il re del lusso Arnault depose Ortega, divenne | Main | Apple e Amazon investono nell'assistenza »

giovedì, maggio 16, 2019

Csaplár desidera una rappresentazione: Stark mi lascerebbe andare.

Vorrei andare alla rappresentazione, ho avuto un gusto terribile per questo. Mi piacciono le sfide. Penso di essere già maturo ", ha detto Csaplár alla conferenza stampa del sabato dopo aver vinto Pribram 1: 0 su Olomouc .

Non ha ricevuto l'offerta, ha solo spunti di interesse. "Ci siamo allenati qui e all'improvviso mi sono incontrato a caso sul balcone con (Vicepresidente della FAČR) Roman Berbr, che era qui tra i venti. Ci siamo salutati e abbiamo pronunciato alcune frasi. Ha parlato principalmente con Mr. (Pribram Jaroslav) Stark, non so cosa. Il signor Starka era pronto a lasciarmi andare. Avrebbe voluto che funzionasse. Ma non ha funzionato, ma mi ha fatto piacere ", ha detto l'allenatore di Příbram. Allenatore Pribram Josef CsaplarL'allenatore di Příbram Josef Csaplár (a destra) grida istruzioni sul suo incarico nel gioco ...

Ma era ancora più contento che i fan lo stessero supportando. "Mi disse che avevo un 36 percento dei voti in un sondaggio, che era di circa 14.000 persone, e io sono il primo di fronte a Jarda Šilhavý. Questo mi ha davvero sorpreso e vorrei ringraziare quelle persone che hanno votato per me. Sono stato davvero contento che così tante persone potessero immaginarmi in nazionale. Ero quasi commosso ", ha detto.

Crede che la squadra nazionale abbia qualcosa da dare grazie alle conoscenze acquisite all'estero. "Quando eravamo negli Emirati, abbiamo viaggiato molto. Abbiamo volato nell'Unione belga, poi due giorni ad Anderlecht, poi siamo andati a Met, dove è stato cresciuto Emmanuel Adebayor, poi all'Ajax, allo Sporting di Lisbona, tre giorni a Barcellona a La Masia. Con tutto ciò, siamo arrivati ​​ovunque. Dicono che sono un tipo intelligente su di me, ma quando un ragazzo viene da Barcellona, ​​tutti scriveranno ogni parola sul suo taccuino. Li chiamo la stessa cosa, solo indirettamente ", ha detto Csaplár.

"Vedo il mio ruolo come una ruota in un orologio. E nemmeno la ruota più importante. Sono solo orgoglioso di quello che è successo quando questa ruota è saltata nelle squadre dove ho lavorato, e cosa è successo quando la mia ruota è saltata ", ha detto l'ex allenatore di Liberec, Slavia, Panionios Athens, Wisly Plock, Zizkov, Al Ittihadu Kalba e rappresentazioni fino a 17 e 19 anni.

Vede il problema principale del calcio ceco come non essere in grado di integrare giocatori di talento nel calcio per adulti. "È colpa nostra, non dei ragazzi. Riguarda le persone che li circondano. Agenti, direttori sportivi, proprietari, media, famiglia, amici ", ha detto Csaplár.

"Non è come i terminatori sono nati a ovest, e noi siamo deficienti. Si tratta di lavorare, mettere quei ragazzi. Abbiamo giocatori simili in giro. Più sono giovani, più sono paragonabili. Ma poi non possiamo. Il giocatore ha bisogno di un accesso. Ognuno è diverso, devono essere trattati individualmente ", dice.

Secondo lui, è necessario lavorare sulla formazione del talento. "Guardalo in TV, analizzalo, pensa all'addestramento. Colpire per non rendere difficile per lui aiutarlo, cosa allenarsi ora e cosa no. Puoi essere un coach più autonomo, ma devi lavorare per ore e ore. La produzione dei giocatori costa qualcosa. "

Ad esempio ha menzionato l'esperienza con Jan Matoušek, che recentemente si è trasferito da Pribram a Slavia. "Una volta, abbiamo pensato che fosse finita. Stavo guardando i video e improvvisamente ho capito che era giocando a Míra Slepička. Dove Matousek avrebbe dovuto assumere se stesso, stava improvvisamente cercando una gallina, perché era il signor Hen, una persona. Ci siamo seduti insieme, abbiamo discusso, i ragazzi l'hanno preso e hanno iniziato a sparare di nuovo. Devi lavorare e aspettarlo ", ha aggiunto Csaplár.

vedere di piu replica orologi e Replica Patek Philippe
Posted by imitazioni rolex at 9:06 AM
Categories: